Home / Cronaca / Perù: giovane si sveglia durante il funerale e poi muore davvero

Perù: giovane si sveglia durante il funerale e poi muore davvero

Davvero incredibile la vicenda che è accaduta in Perù e che ha come protagonista un giovane di 24 anni. Il ragazzo era stato dichiarato morto in seguito ad un problema di salute derivante da un intervento di devitalizzazione di un dente, che gli aveva procurato febbre e brividi. È successo l’inverosimile: durante il funerale si è risvegliato, per poi non farcela subito dopo e morire questa volta veramente.

perù funerale

Il giovane creduto morto, ma era solo sedato

Quando è arrivato all’ospedale, i medici gli avevano somministrato dei sedativi molto forti, per aiutarlo a sopportare le condizioni dolorose derivanti dal suo stato di salute precario. È proprio in seguito a questa alta dose di sedativi che il giovane ormai esanime è stato ritenuto già deceduto. Il decesso era stato constatato da un medico, che si era fermamente opposto ai dubbi dei familiari, rimasti molto perplessi dall’accaduto. In seguito è successo l’inverosimile.

Il ragazzo si sveglia durante il funerale per poi morire veramente

Durante la cerimonia del suo funerale, qualcuno dei parenti che erano presenti ha fatto notare che il giovane respirava ancora. Tutti si sono allarmati e hanno deciso di estrarlo dal feretro. A questo punto hanno potuto constatare che il ragazzo era ancora in vita. L’effetto dell’apparente morte era stato determinato soltanto dai sedativi che gli erano stati somministrati. Tuttavia il giovane non ce l’ha fatta quando è stato trasportato urgentemente in ospedale. Sul caso è stata aperta un’inchiesta.

Foto blitzquotidiano.it

Commenta L'Articolo

Riguardo Gianni

Ti Potrebbe Interessare

Dottoressa Barese Denuncia una Violenza Sessuale in Ritardo - il Colpevole è Libero.

Dottoressa Barese Denuncia una Violenza Sessuale in Ritardo – il Colpevole è Libero.

Purtroppo il tema della violenza sessuale sulle donne è quanto mai contemporaneo e tristemente comune. Una notizia …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *