Home / Cronaca / Sarzana: l’architetto ucciso da un colpo di pistola

Sarzana: l’architetto ucciso da un colpo di pistola

L’architetto trovato morto a Sarzana sarebbe stato ucciso da un colpo di pistola. A spararlo sarebbe stato lui stesso, infatti adesso gli investigatori seguono la pista del suicidio. Inizialmente, esaminando le cause della morte di Giuseppe Stefano Di Negro, si era pensato ad un caso di omicidio, ma adesso sarebbe stato ritrovato un biglietto di addio scritto dalla stessa vittima, che farebbe luce sul mistero.

sarzana

L’arma che ha ucciso Giuseppe Stefano Di Negro

Le indagini puntano su un revolver calibro 38. Sarebbe stata questa l’arma con la quale si sarebbe suicidato l’architetto di Sarzana, il cui corpo è stato trovato vicino ad un torrente nella località in provincia di La Spezia. Il tipo di arma sarebbe uguale a quella posseduta dal padre dell’architetto e che non è stata più ritrovata nell’abitazione. Gli inquirenti però hanno chiarito che sul luogo del ritrovamento del cadavere non sarebbe stata ritrovata alcuna arma. È stata compiuta l’autopsia sul corpo dell’architetto ed è stato riscontrato che il colpo di pistola si è fermato all’interno della scatola cranica.

Che fine ha fatto l’arma?

Sono stati portati in questura i due ragazzi che hanno ritrovato Di Negro agonizzante. Secondo la più accreditata delle ipotesi, i due giovani avrebbero potuto impossessarsi della pistola trovata accanto al corpo. L’arma sarebbe poi stata riconsegnata agli inquirenti, dopo un lungo interrogatorio. I ragazzi verranno sottoposti alla prova del guanto di paraffina.

Foto Iltempo.it

Commenta L'Articolo

Riguardo Gianni

Ti Potrebbe Interessare

Dottoressa Barese Denuncia una Violenza Sessuale in Ritardo - il Colpevole è Libero.

Dottoressa Barese Denuncia una Violenza Sessuale in Ritardo – il Colpevole è Libero.

Purtroppo il tema della violenza sessuale sulle donne è quanto mai contemporaneo e tristemente comune. Una notizia …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *